In un anno particolare come il 2020, delineatosi in seguito alle conseguenze dell’emergenza sanitaria Covid19, l’associazione di clownterapia e solidarietà internazionale Eso Es OdV, che normalmente nel periodo estivo animava le piazze di paese con i suoi spettacoli per sostenere progetti a favore dell’istruzione, ha trasformato questa situazione in un’opportunità preziosa per offrire due proposte di vicinanza sociale, pur garantendo le norme di distanziamento fisico. 

Eso Es Cine

Il mondo è uno solo e le immagini possono accorciare le distanze. Nella sicurezza di uno spazio aperto, seduti in una piazza o in un prato, sotto il bagliore di un cielo stellato la proiezione del docufilm “Las Maletas – La bellezza dei margini” consente di avvicinare luoghi e storie, diventa occasione per viaggiare, incontrare, scoprire prospettive inusuali. 

Basterà volgere lo sguardo un po’ più in su, verso uno schermo che ci trasporterà e ci immergerà, attraverso la presenza costante di un naso rosso, nella dimensione non comune di una missione umanitaria di clownterapia, sempre alla ricerca di quell’istante di magia che stupisce e di un altro mondo ancora possibile.  

  • Proposta destinata a un pubblico di adulti, bambini, famiglie.
  • La proiezione verrà introdotta e commentata dai volontari clown, e sarà animata da piccole incursioni di clownerie e gags; ludo-musica e danze; animazione magica e teatrale.
  • La proposta è volontaristica e gratuita, non prevede costi per l’ente ospitante.

Il docu-film “Las Maletas – La bellezza dei margini”

Durata docufilm: 65 minuti

Las Maletas – la bellezza dei margini è un documentario inedito e colorato, leggero ma riflessivo, realizzato da Eso Es OdV per raccontare la propria esperienza clown di volontariato internazionale, con l’obiettivo di portare con delicatezza risate nei posti più remoti e difficoltosi, nei luoghi alle estremità dove adulti e tanti bambini vivono spesso ancora ai margini, fisici e umani, nella loro profonda bellezza. 

Cieli nitidi conditi da nubi soffici, strade di terra e scuole nella polvere. Stretti vicoli di terra che dividono le umili baracche di lamiera arrugginita, costantemente accompagnati dai vulcani come sfondo di ogni paesaggio. I canti che animano le funzioni delle numerose chiese evangeliche presenti, decine di cani randagi, donne in abito tradizionale che camminano tenendo in equilibrio ceste giganti sulla testa o in coda ai lavatoi. Sguardi che ti scrutano e ti accolgono con generosità e decorosa dignità nella loro dimensione più privata.

Nelle scuole, occhi neri e profondi di bambini che urlano di gioia per ogni bolla di sapone che prende il volo, e che non hanno nulla di diverso dai bambini che inseguono le bolle nella nostra “normalità” occidentale, se non fosse che sono nati in un contesto quotidiano che colloca il Guatemala, secondo il Word Food Programme e dati Unicef, come sesta nazione al mondo con il tasso di malnutrizione più elevato (nelle zone rurali ne soffre l’80%), e registra il maggior indice di lavoro infantile dell’America Latina. Secondo le ONG che agiscono sul territorio, quasi 1 milione di bambini tra i 5 e i 14 anni lavora (il 70% dei quali nelle aree rurali del Paese), e il 43% non frequenta la scuola. Paesaggi ricchi di umanità, che incantano gli occhi e riempiono di vita. Un paese unico, il Guatemala, terra lontana del Centro America costellata di tanti colori quanto di tante ombre e contraddizioni dovute alla critica situazione sociale che vive da decenni, narrato attraverso le immagini di una missione di clownterapia, straordinaria esperienza caratterizzata da un naso rosso, piccolo oggetto di plastica capace di far scoprire punti di vista incredibili e aprire portoni su scenari inimmaginabili, spesso complessi quanto privilegiati.

Scheda tecnica e presentazione >  Eso Es OdV_ESO ES CINE

 

Clown a domicilio

A causa delle misure restrittive in materia di contenimento dovute all’emergenza sanitaria COVID19, le attività di spettacolo dal vivo e le animazioni di piazza sono state sospese o si sono trovate a reinventarsi e adeguarsi al contesto. 

Essere Clown significa anche questo, sapersi adattare ad ogni situazione che ti si presenti davanti. Per questo motivo i volontari di Eso Es desiderano mettere a disposizione il proprio tempo, insieme alla propria vocazione clown e alla propria esperienza, con una proposta che possa portare (in maniera rispettosa), un po’ di spensieratezza e buonumore a favore delle persone più vulnerabili e fragili, ancora particolarmente toccate dallo scenario emergenziale venutosi a creare improvvisamente. 

La clownterapia consta nell’impiego delle tecniche del clown a favore di chi soffre un disagio in corsia d’ospedale, in case di riposo, in comunità di cura. Il volontario clown, agendo in questi contesti, porta con sé un mondo magico di meraviglie e fantasia: il suo intervento può trasportare per qualche minuto, con delicatezza, chi soffre in questa dimensione “leggera”. 

In seguito a una fase complessa come quella dell’emergenza sanitaria, che ha obbligato a una maggior solitudine le persone che vivono all’interno delle strutture, Eso Es vuole dare un piccolo contributo clown nello smorzare gli effetti causati dall’isolamento sociale durante la pandemia, così da ripristinare le relazioni sociali e farsi comunque “vicini” gli uni agli altri mettendo nuovamente al centro le persone e il loro ben-essere emotivo, pur rispettando il distanziamento fisico richiesto. 

Beneficiari diretti

  • Ospiti delle Residenze Sanitarie Assistenziali e dei Centri per disabilità motorie e cognitive del territorio, che dopo il lungo isolamento hanno diritto a ritemprare animo e spirito, oltre al fisico. 

Beneficiari indiretti

  • Personale socio-sanitario, fortemente provato dalla situazione generatasi durante la Fase 1, sia a livello fisico che psicologico. 
  • I volontari clown di Eso Es OdV, che reputano un privilegio poter fare esperienze così arricchenti. 

Modalità operative

Verranno realizzate piccole incursioni di: 

  • clownerie e gags;
  • ludo-musica e danze;
  • animazione magica e teatrale.

Il tutto rispettando rigorosamente le norme igienico-sanitarie, il distanziamento sociale e tutte le normative vigenti imposte dall’emergenza. 

La proposta è volontaristica e gratuita, non prevede costi per l’ente ospitante.

Scheda tecnica e presentazione >  Eso Es OdV_Clown a Domicilio