È una goccia nell’oceano, lo so. Ma in giorni come questo, pare l’oceano in una goccia
Nicolò Govoni

In una fase storica particolarmente delicata come quella contemporanea, gioire di piccoli grandi gesti è una necessità basilare per credere nel futuro, nonostante tutto.

Nel 2020 nasceva il Premio Ciapetta: un modo per condividere con i bambini del Progetto di Borse di Studio di Eso Es una filosofia di vita positiva, altruista, propositiva.

Un modo per stimolarli, nonostante un contesto sociale non sempre favorevole, a impegnarsi e a essere loro stessi motore di cambiamento, per credere in un mondo più umano, più buono, meno oscuro, così come Romina ha sempre cercato di diffondere con la sua luce.

Era febbraio 2020 quando si è svolta la prima edizione: da lì a poco il mondo si sarebbe chiuso nel buio della pandemia.

Sono trascorsi due anni da allora: in Guatemala le scuole faticano a ripartire in presenza, il tasso di abbandono scolastico è aumentato, le difficoltà delle condizioni sociali si sono acuite, ma… come la brace rimasta accesa sotto la cenere, alcuni sogni hanno continuato a tenere in vita il loro tenace desiderio di potersi esaudire.

Ed è così che grazie all’edizione 2022 del Premio Ciapetta (anche se ancora limitato dall’emergenza sanitaria), due studenti meritevoli come Sol e Byron, grazie agli ottimi voti raggiunti, hanno ottenuto il Premio “ACADÉMICO” e visto avverarsi il loro desiderio: ricevere degli strumenti semplici ma essenziali per poter continuare la scuola e migliorare lo studio, come un tablet o una lampada da comodino.

Aspettiamo trepidanti il 2023 perché il Premio Ciapetta possa tornare a splendere nella sua completezza, e lo aspettiamo per poter vivere di persona quei momenti insieme ai nostri niños!